Panfocaccia.

standard 12 novembre 2014 2 responses
Oggi vi presento il mio panfocaccia che si crede panbrioche…..ma come sarà? Per me è stato ottimo e vista la velocità con cui se lo sono divorato presumo che anche gli altri abbiano apprezzato. Merito di chi? Sicuramente non solo mio ma più di tutto delle ottime farine Qb della linea biologica del Molino Grassi . In questa ricetta che ho realizzato per partecipare al contest Blogger Love Qb “Impastando s’impara”  organizzato da Molino Grassi ed il blog “Nondisolopane” ho usato la farina di Kamut Qb. Cosa dire….. ne sono stato piacevolmente colpito per la sua lavorabilità, il profumo e la fragranza che dona ai prodotti con essa realizzati. In realtà questa ricetta l’avevo piu’ volte preparata ed in piu’ occasioni ma questa volta aveva una marcia in piu’ di profumo e morbidezza. Ora non voglio trattenervi ancora con discorsi altisonanti sul Kamut e sulle sue origini e sulla qualità della linea Qb, ma sicuramente vi consiglio,  se ne avete voglia,  di visitare il sito internet dove troverete non solo molte notizie ma anche tante idee per utilizzare queste farine.

Read More

Panzerotti pugliesi con Emmentaler DOP.

standard 6 novembre 2014 8 responses
Secondo appuntamento con #noiCHEESEamo  e seconda ricetta per il contest dei Formaggi svizzeri meravigliosamente organizzato da Tery del blog Peperoni e patate . Oggi ho pensato di proporvi un must della cucina pugliese perchè quando si parla di panzerotti almeno a noi baresi brillano gli occhi e poi è risaputo che una panzerottata è motivo di allegria , di stare insieme,  è felicità allo stato puro. Tanti ricordi legati ai panzerotti , alle persone , alle situazioni ma una per tutte è la capacità di aggregare . Sicuramente ci sarà qualcosa di inconsciamente magico in questa ricetta che ha la capacità di donare benessere, felicità e soddisfazione , sì perchè una volta che ti sei gustato un panzerotto provi esattamente queste sensazioni. Percio’ da piccolini si faceva a gara a chi ne mangiava di piu’ e inevitabilmente la voracità ti portava ad  ustionarti la lingua ed il palato perchè erano troppo bollenti!!!Non che da grandi sia cambiato nulla,  infatti qualcuno dalle mie parti  dice in gergo dialettale che il miglior modo per mangiare i panzerotti sia “Astmen, astmen” ovvero appena fritti ed incandescenti questo porta anche ad imprecare ed a lamentarsi per l’eccessivo calore. Non è proprio una bella cosa….. ma i piu’ anziani ci dicono che è così!Tradizioni a parte,  io preferisco farli raffreddare un pochino ma non troppo,  altrimenti ci si perde l’effetto filante del suo ripieno,  il classico effetto “al telefono”. Per l’occasione ho pensato di proporre un ripieno alternativo usando il gustosissimo Emmentaler dop, un formaggio amabile dal sapore dolce che ci ricorda tanto le noci, che ha sostituito nella farcitura la tradizionale mozzarella. Ho anche realizzato una farcitura alternativa con Emmentaler dop , funghi champignon , speck e pepe creola. In entrambi i casi è stato un vero successo. Ora lasciamo da parte le parole  e passiamo ai fatti! Questa la mia ricetta….voi come al solito, potete divertirvi a personalizzarla come meglio preferite.

Read More

Sfogliatelle con crema di ricotta e salame Mandola.

standard 20 ottobre 2014 5 responses
Avete voglia di qualcosa di sfizioso e buono per accompagnare il vostro cocktail preferito? Beh oggi vi voglio suggerire una ricetta da realizzare a casa per arricchire i vostri aperitivi ed happy hour e nel contempo stupire i vostri amici . L’idea di queste sfogliatelle mi è venuta quando ho letto del Contest del Salumificio Peveri ,  infatti ho pensato di usare il loro meraviglioso e delicato Salame di prosciutto Mandola nella farcitura di questi scrigni di bontà. Queste sfogliatelle sono semplici e veloci  da realizzare e vi garantisco che sono belle da vedere e molto  gustose da mangiare,  sono ideali da abbinare a cocktail analcolici o meglio ancora ad un buon prosecco,  io preferisco solitamente lo spritz. Seguitemi in cucina così vi svelero’ il segreto per realizzare un happy hour ricco di gusto e sapore.

Read More

Strudel salato con mele, asiago e speck.

standard 10 ottobre 2014 3 responses
Oggi vi propongo  un piccolo sfizio che sicuramente vi piacerà. Come tutte le mie ricette anche questa è semplice e veloce da realizzare e bastano veramente pochi ingredienti per sfornare una vera leccornia. Realizzeremo oggi uno strudel salato che vede tra gli ingredienti le mele abbinate al formaggio Asiago ed allo speck. Un connubio di dolce e salato arricchito da note caramellate e di agrodolce. Siete curiosi? Allora seguitemi in cucina che vi racconto qualcosa di questa ricetta .

Read More

Millefoglie di zucchine con caciocavallo e bacon.

standard 26 settembre 2014 4 responses
Che prepariamo stasera per cena? Almeno a casa mia è una domanda che si ripete quotidianamente e si va subito in crisi per non cadere nel banale o nella ripetitività . Negli ultimi tempi c’è la mia “ferrea dieta” che in parte ha risolto il problema, ma non sempre è compatibile con i gusti di mia moglie e dei bambini,  allora che si fa? Beh,  si inizia a pensare a qualcosa di buono che possa accontentare tutti. Questo tortino ne è la dimostrazione anche se all’inizio i bimbi lo guardavano con diffidenza,  ma poi una volta assaggiato è piaciuto,  ed ora lo prepariamo frequentemente con diverse farciture. In realtà è anche una buona ricetta svuota frigo che aiuta a smaltire un po’ di salumi o formaggi che magari stanno lì da qualche giorno. Io oggi vi propongo una versione un po’ piu’ ricca dove ho usato anche le uova ma sappiate che si puo’ preparare anche senza. Divertitevi a farcire questo tortino come piu’ vi piace facendo attenzione ad abbinare in maniera attenta i salumi ai formaggi. Potete ottenere delle versioni piu’ delicate usando mozzarella e prosciutto cotto oppure un po’ piu’ saporite e sapide usando prosciutto crudo e formaggi un po’ piu’ stagionati o affumicati. Per il taglio delle zucchine io ho preferito alle rondelle,  il taglio a becco di flauto, tanto da avere una fetta un po’ piu’ grande e che velocemente mi permette di creare degli strati serrati ed uniformi, se per voi è un problema e non siete tanto esperti nel taglio,  allora vanno anche bene le rondelle ma vi ricordo di sovrapporle un po’ per evitare degli spazi vuoti da cui puo’ uscire la farcitura. Unica raccomandazione è cercare di fare delle fette uniformi nello spessore solo così avrete una cottura perfetta. Ecco la mia versione di oggi.
P.S Comunque io per la mia dieta questo tortino non potrei neanche pensarlo!!!
Millefoglie di zucchine con caciocavallo e bacon.
Ingredienti
  • 4-5 zucchine medie
  • 150 g di caciocavallo o
    scamorzone
  • 150 g di bacon o prosciutto di
    praga
  • 100 g di parmigiano grattugiato
  • 2 uova grandi
  • 1 tazzina di latte o panna
  • 1 noce di burro
  • olio extravergine di oliva
  • pangrattato
  • basilico
  • sale
  • pepe creola
Preparazione:
Tagliare con
un coltello o con una  mandolina delle
fette sottili di zucchina a becco di flauto o a rondelle e poi salarle
leggermente. In una ciotola sgusciare le 2 uova , salare leggermente,
aggiungere una manciata di formaggio parmigiano ed una tazzina di latte e lavorare
il tutto con una frusta fino ad ottenere una crema fluida e omogenea.
Ungere
leggermente una teglia con una noce di burro e poi velare il fondo e le pareti
con pangrattato. Creare uno strato compatto e serrato con le zucchine, poi
sopra distribuire delle fette sottili di scamorzone o caciocavallo e continuare
con il bacon, aggiungere del basilico tritato e del pepe, terminare
distribuendo 5-6 cucchiai di crema d’uovo 
. Coprire creando un altro strato con le zucchine. Seconda farcitura
sempre con scamorzone e bacon ed alcune cucchiaiate di crema d’uovo. Fare
l’ultimo strato coprendo con le zucchine. Volendo si puo’ fare ancora un terzo
strato, ma credo che due siano sufficienti. Sull’ultimo strato completeremo
mettendovi tutta la crema d’uovo che è avanzata, una generosa miscela di parmigiano
e pangrattato,  tanto da coprire il
tutto. Prima di infornare versare un goccio di olio extravergine di oliva.
Cuocere in forno caldo a 200°C per 20 minuti circa e fino alla formazione di
una bella crosticina dorata. 
Questa l’idea per un finger food usando un piccolo bocconcino di pane al latte.
CONSIGLIA Pasta avocado e pomodorini