Torta dolce di riso.

standard 13 ottobre 2018 Leave a response

Anche quest’anno ho voluto dare il mio piccolo contributo all’iniziativa di Fondazione Itaca Onlus “Tutti Matti Per il Riso”. E’ sicuramente un appuntamento importante perchè serve a raccogliere fondi per sostenere le mille attività della Fondazione che promuove programmi di informazione, prevenzione, supporto e riabilitazione rivolti a persone affette da disturbi della Salute Mentale e alle loro famiglie. Il 13  e 14 Ottobre in piu’ di 70 piazze italiane , ci saranno i volontari dell’associazione  che in cambio di un piccolo  contributo,  vi omaggeranno di un kit contenente 1 kg di pregiato  riso carnaroli e di una brochure,   su cui troverete una inedita ricetta dolce realizzata dal pastry chef Damiano Carrrara , testimonial dell’iniziativa. Io volutamente non ho replicato la ricetta di Damiano Carraro ma ne ho voluta realizzare una mia. Una ricetta che conservo da parecchio tempo,  ma che non avevo mai realizzato. In realtà questa  torta  è stata preparata da Don Domenico nella trasmissione  televisiva “Quel che passa il Convento“. Come sempre ho cercato di personalizzarla secondo i miei gusti. Mi raccomando…ricordate di trovare la piazza più vicina a Voi e partecipate a questa importante iniziativa. Ci conto! Read More

Insieme armonico “Together” omaggio al Maestro Gualtiero Marchesi.

standard 19 marzo 2018 Leave a response

Oggi festeggiamo virtualmente la giornata internazionale delle cucine italiane nel Mondo (IDIC 2o18) e non solo…quest’anno nella stessa giornata ricordiamo il “Maestro dei Maestri”, il simbolo dell’Alta Cucina Italiana nel Mondo, l’indimenticabile Gualtiero Marchesi a cui è dedicata l’intera iniziativa. Il maestro Marchesi ha dato moltissimo alla cucina italiana , ha saputo innovare con stile e sapienza, ha saputo trasmettere e formare tantissimi operatori del settore. E’ stata una grande persona che ha saputo spronare i giovani a creare, ad innovare,  partendo sempre dalla base classica e dalla tradizione per giungere a risultati sempre nuovi ed emozionanti. E’ inutile dirlo, i suoi piatti emozionano e regalano un senso di sottile equilibrio e raffinatezza che conquistano tutti. Il piatto scelto per questa giornata è assolutamente geniale e gioca su di un raffinato equilibrio di gusti, sapori e consistenze. Si è riuscito a trovare un giusto connubio tra un candido risotto al parmigiano ed una audace e classica Amatriciana piena di carattere e gusto. Il maestro Marchesi lo ha chiamato “Together o L’insieme armonico”. A prima vista stupisce di come riso e pasta possano stare bene insieme, ma poi assaggiandolo ci si rende conto di quanto è perfetto e gustoso questo piatto. Non vi resta che provarlo, replicando fedelmente la ricetta che trovate nella locandina qui sotto e mi raccomando solo questa volta è permesso copiare. Ricordando Marchesi “Creare e non copiare”… ma oggi è concesso,  anche perchè il valore di questa giornata è anche legato nel trasmettere in tutto il mondo l’autenticità e la tradizione dei piatti della cucina italiana affinchè non vengano mistificati da pseudo ricette italiane. Read More

Risotto con salmone affumicato e crema di stracciatella.

standard 2 maggio 2017 4 responses

Questo risotto è nato così per caso,  in una di quelle giornate in cui corri e non hai il tempo di fare la spesa e di solito si apre il frigorifero e ci si arrangia con cio’ che si ha. A me è andata proprio così! Avevo in frigorifero della stracciatella con della gustosa panna, un bel po’ di brodo vegetale che avevo preparato qualche giorno prima e una confezione di salmone affumicato scozzese , in dispensa c’era anche del riso vialone nano. La ricetta è fatta!!!E’ inutile nasconderlo avevo voglia di risotto, percio’ l’avrei comunque preparato con cio’ che il mio frigorifero offriva. Vi diro’ che alla fine dopo l’assaggio sono rimasto soddisfatto. In questo caso ha giocato un ruolo importante la scelta dei pochi ingredienti che avevo a disposizione . Per esempio, la scelta del riso è fondamentale ma non da meno è quella del vino che deve essere usato per sfumare il riso, infatti molte volte  si ha l’abitudine di usare il primo vinello che si ha tra le mani senza dare a questa operazione la giusta valenza. Io sono dell’opinione che  bisogna scegliersi un buon vino e di qualità, perchè poi la differenza a piatto finito si farà sentire dal punto di vista del gusto e dei profumi. Io avevo appena aperto una bottiglia di Gavi DOCG Pisè dell’Azienda Agricola La Raia , un vino piemontese biodinamico. Per me è stata una piacevole scoperta che mi è servita non solo per la preparazione di questo risotto,  ma anche per pasteggiare durante il pranzo. Ora pero’ tocca andare in cucina altrimenti oggi non si mangia!! Read More

Risotto ai funghi cardoncelli e salsiccia di Norcia.

standard 19 dicembre 2016 Leave a response

Questo risotto è nato come alternativa al classico ragu’ domenicale.  Volevamo qualcosa di buono e di diverso dal solito. Avendo a disposizione dei buoni funghi cardoncelli e della salsiccia fresca di Norcia c’è bastato poco per realizzare un gustosissimo risotto. A me piace sperimentare,  ma questo ritengo sia un classico risotto dove bastano veramente pochi buoni prodotti per ottenere un risultato eccezionale. Vi lascio la mia ricetta anche se sono convinto che un pò tutti almeno una volta l’avete già preparato. Read More

Risotto alla zucca violina e salsiccia , con croccante di parmigiano e riduzione di aceto balsamico.

standard 6 ottobre 2014 7 responses
Ieri mi son divertito a preparare per pranzo questo risotto che forse è piu’ difficile da spiegare,  che realmente da preparare. Nulla di difficile … si prepara nei soliti tempi previsti per la realizzazione di un risotto, bastano non piu’ di 30 minuti per presentare in tavola un signor risotto. Ovviamente organizzatevi per tempo nella preparazione del brodo, nel taglio della zucca poi il resto vien da sè. Questa volta in questo risotto non ho usato la classica zucca mantovana,  ma una tipologia di zucca chiamata violina o Early butternut,  in quanto ne ricorda nella forma una custodia per violino. Potremmo chiamarla anche zucca a bottiglia. Ha sicuramente una polpa di colore arancio meno intenso rispetto alla mantovana ed anche il sapore è piu’ delicato . L’ispiarazione di questo risotto mi è venuta in piu’ riprese , prima leggendo una ricetta su “La Cucina italiana ” di Ottobre e poi in una trasmissione notturna vista su Alice tv. Mettendo un po’ di idee insieme è venuto fuori questo squisito risotto. Si sa ci vuole sempre l’ispirazione per realizzare qualcosa di nuovo, almeno per me! L’idea sia di caramellare la zucca che di preparare una riduzione di balsamico,  ha dato uno sprint in piu’ al gusto ed al profumo di questo piatto. Ora conviene passare alla ricetta perchè ci sono un bel po’ di cose da fare!!!

Read More

CONSIGLIA Coscia di coniglio e cavolini di Bruxelles cotti a bassa temperatura