Risotto ai cuori di carciofo su vellutata di patate e briciole di pancetta tostata.

standard 28 settembre 2015 8 responses
Oggi tocca ad un risotto….ho tratto ispirazione da una delle ricette del grande maestro Antonino Cannavacciuolo, quell’ omone che con le sue pacche sulle spalle smuove e ridà coraggio e speranza a tanti chef che oramai pensano di essere finiti….ovviamente vi parlo di ” Cucine da incubo” il programma che interpreta il grande Cannavacciuolo. La cosa che mi ha sempre stupito di questo grande chef è la semplicità e l’equilibrio che hanno i sui piatti , per me è un genio. Sapori , profumi e consistenze che giocano e si amalgamano tra loro creando dei piatti molto interessanti dove predomina un’apparente semplicità frutto di una maestria e capacità non comune a molti . Insomma mi piaciono i sui piatti!!!Mi sono ispirato ad una sua ricetta che vede protagonisti dei tonnarelli ai carciofi e pecorino che vengono  serviti su di una vellutata di patate. Ovviamente per me  non c’è gusto a copiare e replicare  in maniera fedele la ricetta del grande chef,  ma credo sia importante interpretare e metterci qualcosa di proprio. Partendo da queste premesse è nato questo risotto che vi garantisco è un gioco di sapori e consistenze che sicuramente vi stupiranno. Guardate un po’ cos’ho preparato!

Read More

Insalata di pasta con tonno e pomodoro condito.

standard 23 luglio 2015 4 responses
Prosegue ancora questa lunga ondata di caldo africano che oltre a regalarci delle belle sudate ci stà facendo perdere la voglia di metterci ai fornelli e comunque qualcosa dovremmo pur mangiarla! Per rimediare a ciò,  ci arrangiamo con insalate , frutta, verdure crude e preparazioni veloci dove si cerca di ridurre al minimo l’uso dei fornelli. Premetto che non amo moltissimo le insalate di pasta,  ma questa volta mi son voluto cimentare in qualcosa di molto semplice e veloce partendo proprio da una insalata che  preparo da sempre specie in queste giornate calde. L’insalata in questione è quella realizzata con tonno, pomodoro, capperi, olive e del buon olio extravergine. Nulla di difficile, anzi si prepara veramente in pochissimo tempo. Ho pensato questa volta di aggiungere qualche altro piccolo ingrediente e di associarvi degli ottimi fusilli . Beh alla fine…. ho scoperto che anche l’insalata di pasta puo’ piacermi ….ed anche tanto! Questa è una ricetta molto versatile,  che io vi consiglio di preparare per tempo per permettere agli ingredienti di ben amalgamarsi tra loro e dare il massimo del gusto,  perciò anche la sera prima va benissimo. A pranzo vi consiglio di far “acclimatare” l’insalata per circa 30 min a temperatura ambiente tanto da non avere un piatto troppo freddo dove non si riuscirebbe a cogliere il gusto ed il sapore di ogni singolo ingrediente, poi se avete fretta fate un pò voi! Ma ora passiamo alla ricetta che vi coinsiglio di provare perchè è semplice e molto facile da realizzare, ovviamente vale sempre la regola che potete personalizzarla a vostro piacimento aggiungendo o togliendo qualche ingrediente.

Read More

Polpette di pane Pugliesi.

standard 9 luglio 2015 5 responses
Ultima ricetta per l’entusiasmante contest Parmigiano Reggiano Chef 4Cooking 2015 .Non vi nascondo che questo contest mi è piaciuto molto in quanto mi ha fatto veramente pensare e ripensare a cosa realizzare con solo 4 ingredienti, ho avuto così tante idee  che forse da solo avrei potuto realizzare almeno una trentina di ricette. Alla fine ho selezionato quelle che mi sembravano le piu’ giuste e le più consone al contest che ha come tema la semplicità. Nella ricetta di oggi ho associato il concetto di semplicità alla cucina di recupero, specialmente alla cucina della tradizione contadina  dove nulla si buttava ma anzi veniva ritrasformato in qualcosa di piu’ buono. La cucina di recupero per anni è servita a “sfamare per necessità” perchè di cibo ce n’era veramente poco e non ci si poteva permettere di sprecarlo,  percio’ ci si ingegnava in tutti modi per poterne trarre il massimo rendimento. Proprio ripensando a questo,  mi è venuto in mente di riprorre per questo contest  la ricetta delle polpette di pane pugliesi. Oggi la cucina di recupero stà rivivendo un momento di riscoperta, specialmente in tutti quei piatti che sono stati rivalutati con il mitico street food che oggi va tanto di moda, perciò da cibo povero e di riciclo siamo passati a cibo riscoperto e valorizzato da preparazioni da gran gourmet. Io a tutto questo aggiungerei che abbiamo recuperato un pezzo della nostra storia passata, densa di tradizioni , ricordi e messaggi per le generazioni presenti e  future,  invitando ad apprezzare cio’ che oggi si ha,   a saperlo rispettare,  valorizzare e non sprecare. Percio’ come ci hanno insegnato i nostri predecessori,  impariamo a recuperare consapevolmente cio’ che avanza, condiamolo con il nostro estro e fantasia e sicuramente produrremo un qualcosa di nuovo che stupirà i commensali. La polpetta credo sia il simbolo piu’ importante della cucina del riciclo e si presta veramente a mille interpretazioni , infatti penso che ogni paese ne  abbia una sua versione legata al territorio ed alle tradizioni. Ora pero’ voglio raccontarvi come ho preparato queste polpette di pane pugliesi dove tra gli ingredienti trovate il buon pane casereccio ( magari meglio quello di semola di Altamura) , le uova, il Parmigiano Reggiano, le erbe aromatiche ed anche un po’ di salame, tutti ingredienti che non mancano in casa . Questa ovviamente è la mia versione,  ma voi potete aggiungere alla ricetta base tanti altri ingredienti che possono rendere piu’ ghiotte queste polpette. Da noi in Puglia realizziamo un ragù dal sapore antico,  proprio aggiungendo al sugo delle polpettine di pane fritte. Ne vien fuori un sugo strepitoso che servirà a condire le mitiche orecchiette baresi. E’ il caso di dire “Provare per credere!”.

Read More

Pomodori farciti di riso e fagiolini.

standard 24 giugno 2015 2 responses
Finalmente son riuscito anche a realizzare la seconda ricetta per il contest Parmigiano Reggiano Chef 4 Cooking 2015. Tante idee da voler realizzare per promuovere l’ottimo Parmigiano Reggiano ma con poco tempo a disposizione per realizzarle tutte,  è un periodo un po’ così, servirebbe una giornata di almeno 48 ore per poter riuscire a far tutto compreso le ricette per il blog. Il tema del contest è la semplicità che deve coniugarsi con il buono per raggiungere il massimo risultato percio’ l’eccellenza di un piatto. Per questa seconda ricetta ho pensato di presentare un piatto classico che per la sua semplicità e bontà a mio avviso risponde proprio ai requisiti richiesti dal contest, ovviamente c’è qualcosa di mio che ho aggiunto alla ricetta! Questi pomodori farciti di riso e fagiolini sono a mio avviso l’esempio di  come veramente con poco si riesce a realizzare qualcosa di molto buono e salutare infatti ribadisco ancora il mio motto di semplicità ” Pochi ma buoni” dove si riconoscono in questo motto ingredienti non solo di qualità ma anche di stagione e rigorosamente freschi. Percio’ semplice è sinonimo di stagionalità . Ma ora veniamo a noi …..vi racconto come ho preparato questi scrigni di bontà.

Read More

Orecchiette baresi con rucola, pomodorino e Parmigiano Reggiano .

standard 15 giugno 2015 11 responses
Rieccomi qui con una nuova ricetta ed una nuova sfida dedicata questa volta al Parmigiano Reggiano. Parmigiano Reggiano Chef 4Cooking una nuova sfida tra foodblogger che realizzeranno dei piatti  che puntano all’essenzialità degli ingredienti, solo 4 a scelta,  per raggiungere l’eccellenza …Qualcuno dirà e come si puo’ realizzare un grande piatto con soli 4 ingredienti? beh io penso che avendo a disposizione delle buone materie prime e meglio se di stagione e sapendole trasformare con delle cotture giuste ed abbinamenti armonici,  si riesce sicuramente a realizzare un piatto straordinario che nella sua semplicità è l’espressione dei sapori e profumi di ogni singolo ingrediente utilizzato. In sintesi per me vale il motto “Pochi ma buoni”. Questo piatto per noi pugliesi è un must che proprio per la sua semplicità e leggerezza è tipico prepararlo in estate, magari quando non si ha molto tempo da dedicare ai fornelli perchè fa caldo o perchè di ritorno da una giornata al mare. Questa che vi presento oggi è la versione calda,  ma non sottovalutate la versione fredda che si puo realizzare sostituendo il sughetto di pomodorino con del pomodoro crudo marinato con olio, basilico, aglio e pepe, la pasta va cotta e raffreddata e poi in una coppa si amalgama il pomodoro marinato, con le orecchiette,  la rucola spezzettata a mano,  dei cubettini o scaglie grossolane di parmigiano reggiano e un goccio di buon  olio extravergine di oliva. Insomma una crudaiola con l’aggiunta di rucola. Eccovi la mia versione.

Read More

CONSIGLIA Pasta avocado e pomodorini