Tripoline al sugo di baccalà e olive.

standard 27 novembre 2014 4 responses
La proposta di oggi è un classico che,  almeno dalle mie parti in Puglia,  si prepara in questo periodo ed in particolare il giorno della vigilia di Natale. E’ un po’ un sugo al tonno rivisitato,  dove al posto del tonno si usa il baccalà. Ci sono diverse scuole di pensiero e percio’ diversi modi di preparare questo sugo infatti la tradizione vuole che il baccalà venga prima panato in sola farina e poi fritto in olio bollente e successivamente unito al sugo. Un’altra versione propone una panatura ancor piu’ ricca con passaggio prima nella farina , poi nell’uovo e poi fritto in olio bollente e dopo versato nel sugo. Ovviamente vi lascio immaginare quanto ricco e grasso risulta questo sugo…ma è comunque molto buono e saporito. Io invece vi propongo una versione un po’ piu’ leggera e secondo me anche piu’ buona,  dove il baccalà viene solo sbriciolato nel sugo e così conferisce allo stesso,  sapidità e consistenza. La scelta del formato di pasta poi è azzeccatissima,  perchè grazie al suo bordo riccio e ondulato, lega e trattiene il condimento. Beh dite la verità,  un po’ vi ho fatto venire la curiosità di assaggiare questo piatto, vero? Allora eccovi la mia ricetta che vi invito a preparare e non fate come in molti su facebook che condividono, mettono il mi piace e poi? Resta solo un’idea irrealizzata.

Read More

Spaghetti con le cozze tarantine.

standard 9 luglio 2014 5 responses
Oggi vi propongo un classico della cucina estiva pugliese. Un piatto semplice e gustoso a cui è difficile dire di no,  tranne se non vi piacciono le cozze o ne siete intolleranti. Per noi baresi è un piatto che non puo’ mancare specie nel periodo migliore delle cozze. Questa ricetta in realtà si puo’ preparare almeno in due modi diversi o con un sugo di pomodoro fresco che tende ad addolcire e mitigare la sapidità delle cozze oppure nella versione in bianco dove invece si sente in maniera prepotente il sapore delle cozze , dell’aglio e del peperocino ed il profumo del mare. Solitamente a questa versione chiamata dai baresi “al verde” si puo’ aggiungere qualche filetto di pomodorino per rendere il piatto piu’ bello esteticamente e per mitigare leggermente la sapidiità delle cozze. Questa in definitiva è la versione che,  con un po’ di brodetto in  piu, ‘ si presta  per preparare i famosi tubettini con le cozze, altro must della nostra amata cucina barese. Poi si sa ognuno ha la sua ricetta , il suo formato di pasta preferito, il suo ingrediente segreto. Io solitamente lo preparo in questa semplice maniera e vi garantisco che è molto buona , non vi resta che provarla ma attenzione a scegliere le cozze perchè sono loro le protagoniste di questo piatto.

Read More

Spaghetti alle vongole.

standard 1 luglio 2013 7 responses
E son tornato!!!Le vacanze almeno per ora son finite, se ne parla ad agosto……..Oggi ufficialmente ho iniziato la mia tanto amata dieta, che tristezza!!!Ma mi tocca, purtroppo! Comunque in questa settimana al mare mi sono rifatto, infatti grazie a mio cognato mi son fatto una scorpacciata di ricci di mare e di buon pesce che ha pescato nello splendido e pulitissimo mare di Calabria. Questa settimana è servita a recuperare energie , un po’ di tintarella e tanto relax. Il tempo non è stato poi malvagio, la temperatura sempre intorno ai 30 gradi ed il mare un po’ mosso , ma alla fine è stata una bella vacanza. Volutamente per una settimana ho tagliato i ponti con il computer ed internet altrimenti avrei seguito a distanza lavoro e blog , ho preferito così anche se mi son perso un sacco di belle cose che avete pubblicato, ora pero’ cercherò di recuperare facendo visita ai blog che seguo fedelmente. Voglio ricominciare questo mese con una ricetta classica, semplice e veloce da preparare, quelle che piacciono a me! Ricordate pero’, che nelle ricette in cui ci sono pochi ingredienti,  bisogna sceglierli freschi e buoni altrimenti otterrete un pessimo risultato. A voi la mia versione di Spaghetti alle vongole………………

Read More

Paccheri al ragù di pescatrice e gamberetti.

standard 27 febbraio 2013 11 responses
Finalmente sono ritornato in terra di Puglia dopo un lungo weekend di lavoro e di tanta neve e freddo. Un viaggio lunghissimo verso Acqui Terme segnato da una nevicata che ci ha accompagnato per moltissime ore creandoci non pochi disagi ma alla fine siamo giunti a destinazione. Un paesaggio bellissimo, da sogno! Comunque Domenica di buon ora è iniziata la mia avventura ai fornelli che è terminata in serata , stanco ma soddisfatto dei risultati, lunedì replica delle degustazioni e poi martedì finalmente il ritorno a casa per ritemprarmi e recuperare un po’ di energie perse per il duro lavoro di questi giorni. Mi chiederete,  ma che hai preparato? beh a me toccava  preparare nel menu’ due primi con la pasta,  percio’ ho proposto paccheri Granoro con ragu’ di pescatrice e Orecchiette di grano arso con pomodorino al forno. Sono stati graditi nella loro semplicità, infatti i piatti tornavano vuoti e questo è sicuramente un buon segno, specie quando si tratta di una manifestazione fieristica dove il cibo la fa da padrone. Oggi percio’ ho pensato di condividere con voi la prima ricetta che spero  sia di vostro gradimento. 

Read More

Chicche di patata con sautè di cozze.

standard 12 novembre 2012 12 responses
In questo fine settimana pur essendo a dieta , mi sono dilettato a preparare qualche piattino nuovo da poter condividere sul blog. E’ il caso di dire che non tutte le ciambelle riescono col buco! Infatti il dolce è stato quasi un disastro e devo ancora capire perchè! Pero’ questo primo con gli gnocchetti di patate mi è venuto veramenete bene. Come al solito io parto con un’ idea e poi in itinere la cambio sempre. Questo piatto infatti doveva essere una zuppa di cozze, patate, verdura e pasta,  come la nostra buona tradizione barese vuole.
In questa ricetta ho usato delle chicche di patate che ho comprato in vaschetta, ma se avete un po’ di tempo e voglia di preprarle a casa sono di facile realizzazione,  infatti basta impastare le patate precedentemente lessate con la farina, un pizzico di sale e c’è chi irrobustisce l’impasto con un uovo intero. Si mescola per bene e poi si lascia riposare un po’ l’impasto ottenuto. Dopo si creano dei cilindretti regolari dove si vanno poi a tagliare dei piccoli tocchetti che si possono passare con un dito, cavandoli leggermente su di un apposito attrezzo di legno rigato oppure sui rebbi di una forchetta. Io non li amo particolarmente gli gnocchi per la loro consistenza e per il fatto che molto spesso sono un po’ pesantucci da digerire, ma ogni tanto li preparo perchè piacciono molto ai miei bambini. Ed ora vi mostro cosa ho combinato!

Read More

CONSIGLIA Ventagli di sfoglia