Dita degli apostoli o Cannelloni dolci di Carnevale.

standard 14 febbraio 2015 14 responses
Cerca, cerca ed alla fine ho trovato proprio quello che volevo…una ricetta tipica pugliese per questo periodo di Carnevale. Non sono le solite chiacchiere, frappe o graffe che oramai si preparano in tutte le case italiane,  ma ho ritrovato e scoperto una ricetta tipica salentina che poi viene anche preparata con qualche piccola variante anche nel brindisino ed anche in alcune località dell’alta murgia barese. In realtà a dar notizia e traccia di questa ricetta è stato Luigi Sada nel suo libro “La Cucina Pugliese” da cui ho tratto ispirazione nel preparare questo dolce di Carnevale. Come tante ricette antiche e tradizionali non ci sono delle vere dosi e quantità da rispettare ma si fa un po’ ad occhio o secondo la propria esperienza. Ho trovato di queste dita degli apostoli diverse ricette, quella originale salentina prevedeva la realizzazione di piccole e sottili frittate realizzate con solo uovo intero o solo tuorli con un pizzico di sale e poi farcite con ricotta zuccherata e addizionata di mandorle tostate e poi rifinita con zucchero a velo e vincotto. Altri invece preparano delle frittatine con solo albume e sale e poi vanno a farcire con la stessa farcia di ricotta. La stessa ricetta per esempio a Martina Franca si arricchisce nel ripieno con la presenza del cioccolato fondente. Percio’ è proprio vero il detto popolare  “Paese che vai , usanze che trovi!”. Arriviamo ai giorni nostri dove questa ricetta è diventata un po’ piu’ moderna e la frittellina di solo uovo si è arricchita ed è diventata una crepes dolce, il ripieno si è arricchito anche di aromi come il liquore Borsci S. Marzano, nel salento infatti non solo viene usato per bagnare la crepes prima della farcitura, ma alcuni una volta realizzato il cannolo,  lo immergono nel liquore per aromatizzare il tutto. Questo dolce sicuramente di origini contadine è molto semplice e guardando gli ingredienti ci si rende subito conto che è nato da cio’ che si aveva a disposizione,  percio’ le uova , lo zucchero, le mandorle, la ricotta ed il vincotto tutti elementi che difficilmente potevano mancare nelle dispense . Sono sicuramente parenti stretti dei mitici e gustosi cannoli siciliani dove cambia l’involucro esterno ma ci sono molte somiglianze e sicuramente ritroviamo anche le stesse origini e influenze storiche. Ma ora penso che sia giunto il momento di presentarvi la mia versione di questo dolce, seguitemi e scoprirete cosa ho realizzato.

Read More

Torta flan alle arance.

standard 5 febbraio 2015 6 responses
Ogni promessa merita di essere onorata specie quando si parla di dolci e che…… dolci! Sabato scorso avendo in casa un bel po’ di arance taracco siciliane , ho voluto utilizzarle per realizzare una torta flan. Era la prima volta che la realizzavo ed in realtà un po’ di idee in merito me le ero già fatte, ma dovevo ingegnarmi qualcosa per modificare una torta che avevo visto qualche tempo fa sul web. Non certo una torta qualsiasi,  ma un flan realizzato dal maestro pasticcere Franco Lanza che tra l’altro è stato da poco eletto presidente dell’associazione cuochi baresi. La sua versione era stata realizzata con le ciliege ma io ho voluto a tutti i costi usare le arance. Almeno secondo me e secondo chi ha assaggiato la torta, l’esperimento è riuscito alla grande. Ovviamente questa ricetta vi consiglio di usarla con tutti i frutti che preferite avendo solo cura di prestare attenzione a quelli che sono molto succosi come gli agrumi che per necessità io ho trattato nel modo che vedrete nella mia ricetta,  ma per tutto il resto della fruttta basta solo denocciolarla e distribuirla sulla frolla ed il gioco è fatto! Vi garantisco che non solo è facile,  ma è tanto buona…non vi resta che provare.

Read More

La pasta frolla di Mina ed i miei frollini cuor di mela.

standard 19 novembre 2014 9 responses
La settimana scorsa la mia amica Mina pubblica sulla sua pagina facebook una bella foto di frollini al burro con una bella decorazione al cioccolato fondente, io commento la foto  scrivendo che di belli erano belli,  però bisognava assaggiarli per decretarne la loro bontà. La mia amica di contro cosa fa? Il giorno successivo mi invia,  tramite un amico comune , una bella scatola di latta con dentro i frollini al burro. Che vedono i miei occhi!! Giuro…non li ho mangiati tutti io ma è stato un momento di condivisione con tutti i colleghi dell’ufficio che non hanno fatto altro che apprezzare la bontà di questi biscotti e poi hanno fatto richieste  esplicite di altri dolci. Io oltre a ringraziare Mina da buon curioso foodblogger le ho chiesto la ricetta che prontamente mi è arrivata con tanto di spiegazioni e suggerimenti. Ero così contento di quella ricetta perchè finalmente avevo trovato il frollino al burro che realmente si scioglie in bocca e che profuma ed ha un buon sapore di burro. Insomma  è stato quasi come vincere alla lotteria! Almeno dal punto di vista emozionale e della soddisfazione per aver trovato qualcosa che cercavi da tempo. Con questa ricetta però non solo ho realizzato i classici frollini al burro ma mi son divertito a preparare i frollini cuor di mela ed anche alcuni pasticciotti ripieni di mela e nocciole. Ma voi mi direte:  tutto sto racconto ma in realtà non si vede ancora nulla! Continuate a leggere e vedrete che sorprese!!

Read More

Clafoutis di prugne o torta rovesciata di prugne?

standard 31 agosto 2014 1 response
Ma sì…….chiamiamola come ci piace!!!In realtà ricorda un classico clafoutis ma si prepara come  una torta rovesciata ed il suo impasto è sicuramente piu’ ricco e consistente di quello usato per il clafoutis. Riprendiamo dopo una lunga pausa estiva con un dolcino di stagione, semplice ed ideale per la merenda pomeridiana o per una ricca colazione. In questo periodo almeno da noi in Puglia c’è una grande abbondanza di prugne che in realtà o si consumano fresche oppure vengono destinate a confetture, io ho pensato di usarne un po’ per questo dolce che nella sua semplicità mi è molto piaciuto e voglio con voi condividerne la ricetta. Non mi resta che augurarvi un buon ritorno alla “normalità”dopo una pausa estiva che ci ha regalato un po’ di riposo e di relax totale.

Read More

Torta di ricotta e pesche noci.

standard 16 luglio 2014 8 responses
Sono sempre stato affascinato dalla torta sbrisolona specialmente dal crumble croccante,  ma in realtà non l’ho mai realizzata e non so perchè. Di solito quando qualcosa mi piace o mi colpisce particolarmente , subito la realizzo a modo mio perchè sarebbe semplice copiare la ricetta così come la si trova sul web o su qualche libro! Io ci metto sempre lo zampino………Bene questa volta,  complice la lettura di un libro di Cracco dedicato ai piatti tradizionali delle diverse regioni italiane , ma piu’ di tutto la meravigliosa torta di Marina del blog Purapassione , ho pensato finalmente di realizzare questa insolita versione di torta sbrisolona. Della sbrisolona originale in realtà conserva solo il crumble,  per il resto è una torta di frolla croccante ripiena di ricotta e pesche noci. Marina invece ha realizzato una golossisima sbrisolona con il classico abbinamento ricotta e pere. Ho modificato qualcosa , l’esperimento è riuscito ma è da perfezionare per alcuni piccoli aspetti, questo significa che dovrò prepararla nuovamente anche perchè è piaciuta moltissimo! Per l’occasione mi inventero’ qualcosa di nuovo, poi vedremo….per il momento vi presento la mia versione ringraziando sempre Marina per l’ispirazione e per la sua ricetta.

Read More

CONSIGLIA Ricette disegnate: Castagnaccio