Pinza Bolognese…a modo mio.

standard 23 gennaio 2018 2 responses

Per il primo Scambioricette del 2018 sono approdato in Emilia Romagna ed in particolare sono stato abbinato ad Elena del Blog “Saltando in padella“. Che dire…ho scoperto un blog bellissimo, foto straordinarie e ricette meravigliose. C’è l’imbarazzo della scelta! Io ho voluto replicare a modo mio e ci tengo a ribadirlo, un dolce della tradizione Bolognese che apparentemente sembra facile e troppo semplice,  ma in realtà puo’ creare qualche problema nella sua preparazione, specie nella cottura . Vi confesso che non ho mai buttato un dolce,  ma questa volta la mia prima Pinza Bolognese è andata a finire diritta nella spazzatura. Purtroppo in cottura si è liquefatta la frolla …Ho seguito la ricetta alla lettera ed allora ho pensato che l’unica causa poteva essere legata alla farina utilizzata, forse molto debole anche per una frolla. Io non mi sono arreso e l’ho rifatta …Questa volta è andata alla grande ed anche i piu’ scettici sulla bontà di questo dolce si son leccati le dita! E’ sparita in poche ore …e mi toccato riprepararla. Questa la mia versione,  ringrazio Elena che mi ha fatto conoscere questo buonissimo dolce che oramai è entrato nel mio cuore .

Pinza Bolognese

 

Ingredienti

  • 300 g di  farina “00”
  • 50 g burro
  • 1uovo
  • 100 g zucchero
  • 1 cucchiaino di lievito per torte
  • Scorzetta  di limone
  • scorzetta di arancia
  • un pizzico di cannella
  • un pizzico di sale

Per il ripieno:

  • 1 vasetto di confettura di amarene (250 g)
  • zucchero in granella per guarnire
  • 1 tuorlo da spennellare

 

Preparazione

Versare  all’interno della ciotola della planetaria la farina , lo zucchero, il sale, il lievito per torte, un pizzico di cannella e la scorzetta di limone e arancia grattugiata. Mescolare il tutto per pochi secondi. Aggiungere l’uovo ed il burro freddo a tocchetti. Impastare il tutto per pochi minuti e solo se necessario aggiungere un goccio di latte. Compattare con le mani la frolla e formare una palla ,  poi avvolgerla con pellicola alimentare e riporre per almeno 30 minuti in frigorifero. Trascorso questo tempo, infarinare leggermente un foglio di carta da forno e stendere la frolla a circa 0,5 cm di spessore. Creare un rettangolo dai bordi regolari. Distribuire al centro della frolla la confettura di amarene avendo cura di lasciare 2-3 cm ai bordi senza confettura. Spennellare i bordi con il tuorlo. Ripiegare verso il centro i lati più lunghi fino a sovrapporsi, ripiegare anche i lati più corti tanto da creare un pacchetto. Spennellare con il tuorlo la superficie della frolla e poi distribuire lo zucchero in granella. Spostare il tutto su di una leccarda o meglio in una teglia stretta e lunga tanto da poter contenere e dare una forma migliore alla frolla. Questa infatti tenderà ad aprirsi e ad  allargarsi. Io ho pensato di chiudere i lembi più lunghi del foglio di carta forno con dei punti metallici tanto da contenere e limitare l’allargarsi della frolla in cottura. Cuocere a 170°C per circa 30 -35 minuti e fino a doratura completa. Lasciar raffreddare e poi servire. Consiglio di consumarla qualche giorno dopo averla preparata …sarà più buona.

#scambioricette #scambiamociunaricetta #bloggalline

Related Posts

2 responses

  • Che bella!!! non so come era venuta la prima ma questa è venuta benissimo. Mi dispiace che il primo tentativo non sia venuto bene, anche io odio buttare le cose. Forse il forno era troppo caldo o si era scaldata troppo la frolla. Per scrupolo magari ti convenine farle fare una mezza oretta in frigo dopo averla chiusa prima di infornare. Vero che è buonissima? semplice ma buonissima

  • Mi sono rifatto al secondo tentativo…nella sua semplicità è un dolce favoloso . Un caro abbraccio Peppe.

  • Leave a Response

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONSIGLIA Pancakes per bambini