Penne alla Norcina.

standard 27 gennaio 2017 Leave a response

Si ricomincia con lo scambio ricette e questa volta mi è capitata in abbinamento Manuela del Blog “Mentuccia e tresmarino”. Cosa dire di questa amica, sicuramente come me è appassionata di cucina, di food e di tutto ciò che ruota attorno al cibo,  ed ha un blog di cucina molto bello e ricco di tantissime ricette dove sceglierne una per lo scambio ricette è stato molto difficile. C’è veramente l’imbarazzo della scelta! Ma devo confessarvi che la mia scelta è stata abbastanza veloce, un vero colpo di fulmine. Una ricetta facile e molto semplice,  ma l’ho voluta scegliere perchè in questo momento ha un significato importante per la terra a cui è legata. Anche per Manuela questa pasta ha un significato intenso,  visto che lei ci vive in Umbria ed ha vissuto in prima persona il dramma del terremoto . Per fortuna lei abita in una casa nuova ed in una zona dove fortunatamente non ci sono stati molti danni strutturali,  ma credo che nel suo cuore e nella sua mente ci saranno  dei ricordi di questo terremoto che resteranno indelebili per tutta la vita. Per non dimenticare questa terra e questa gente,  ho voluto riproporre questa ricetta tanto semplice e controversa in quanto pare abbia diverse modalità di preparazione. Una ricetta certamente dal gusto un pò vintage, un pò anni ’80 dove imperava la panna come ingrediente,  ma ancora oggi piace. Qualcuno oltre alla mitica salsiccia di Norcia usa anche il tartufo nero ed il pecorino e magari preferisce la ricotta alla panna,  ma io sono rimasto quasi fedele alla ricetta di Manuela . Questa la mia versione che vi invito a provare perchè è veramente molto buona.

Penne alla norcina.

 

Ingredienti per 4 persone

 

  • 320 g di pennoni rigati (Io ho usato BIO Granoro)
  • 4 salsicce fresche di  Norcia (Io ho usato Lanzi- Norcia)
  • Olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaio di trito misto di sedano, carota e cipolla
  • ½ bicchiere di vino bianco secco
  • 200 ml di Panna fresca di latteria
  • 3 cucchiai di formaggio pecorino di media stagionatura
  • Un pizzico di semi di finocchio macinati
  • 1 noce di burro
  • Prezzemolo ( a piacere)
  • Pepe creola
  • Sale q.b.

 

Preparazione

Togliere il budello alla salsiccia di Norcia, sgranarla e poi versarla in una padella con un filo d’olio extravergine ed un cucchiaio di trito di sedano, carota e cipolla. Lasciar soffriggere a fuoco basso per qualche minuto e poi sfumare con il vino bianco secco. Aggiungere la panna, un pizzico di semi di finocchi tritati, del pepe creola a piacere e lasciar cuocere per qualche minuto. Io ho aggiunto anche un mestolino di acqua di cottura per evitare che il sugo si addensasse troppo. Cuocere la pasta in abbondante acqua salata e poi scolarla al dente. Conservare qualche mestolino di acqua di cottura che potrebbe servire per diluire il sugo. Versare la pasta nella padella e mantecare a fuoco vivo aggiungendo una noce di burro e del pepe creola. A fuoco spento,  versare del formaggio pecorino grattugiato e se necessario un po’ di acqua di cottura e mantecare il tutto. Se gradite potete completare il piatto con un po’ di prezzemolo tritato. Servire ben caldo .

Con questa ricetta partecipo allo Scambioricette di Gennaio.

#norciasolidale #scambioricette #bloggaline #notortemosce

Related Posts

Leave a response

  • Leave a Response

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONSIGLIA Frittelle di zucchine e mozzarella