Torta di ricotta e pesche noci.

standard 16 luglio 2014 8 responses
Sono sempre stato affascinato dalla torta sbrisolona specialmente dal crumble croccante,  ma in realtà non l’ho mai realizzata e non so perchè. Di solito quando qualcosa mi piace o mi colpisce particolarmente , subito la realizzo a modo mio perchè sarebbe semplice copiare la ricetta così come la si trova sul web o su qualche libro! Io ci metto sempre lo zampino………Bene questa volta,  complice la lettura di un libro di Cracco dedicato ai piatti tradizionali delle diverse regioni italiane , ma piu’ di tutto la meravigliosa torta di Marina del blog Purapassione , ho pensato finalmente di realizzare questa insolita versione di torta sbrisolona. Della sbrisolona originale in realtà conserva solo il crumble,  per il resto è una torta di frolla croccante ripiena di ricotta e pesche noci. Marina invece ha realizzato una golossisima sbrisolona con il classico abbinamento ricotta e pere. Ho modificato qualcosa , l’esperimento è riuscito ma è da perfezionare per alcuni piccoli aspetti, questo significa che dovrò prepararla nuovamente anche perchè è piaciuta moltissimo! Per l’occasione mi inventero’ qualcosa di nuovo, poi vedremo….per il momento vi presento la mia versione ringraziando sempre Marina per l’ispirazione e per la sua ricetta.

Torta di ricotta e pesche noci.
Ingredienti 
 

Frolla

  • 350 g di farina “00”
  • 180 di zucchero di canna
  • 1 uovo
  • 1 tuorlo
  • 125 g di burro
  • Scorzetta grattugiata  di un limone
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci paneangeli
  • Pizzico di cannella in polvere a piacere
 
Farcitura
  • 600 g di ricotta vaccina
  • 200 g di mascarpone
  • 160 g di zucchero
  • 2 uova
  • 1 bustina di vanillina
  • 4-5 pesche noci
  • 1 tazzina di liquore strega
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • Succo di mezzo limone
 
Finitura
  • 2-3 cucchiai di zucchero di canna
  • Zucchero a velo
 
 
Preparazione
 
Versare nella ciotola dell’impastatrice la farina, lo zucchero, le uova, il burro freddo, il lievito paneangeli, la scorzetta di limone grattugiata e la cannella e lavorare per pochi minuti fino a che non si forma un impasto abbastanza compatto. Togliere la frolla dalla ciotola e lavorarla brevemente a mano. Togliere circa ¼ di pasta frolla dal totale e riporla in congelatore avvolta con pellicola alimentare, la parte restante avvolgerla con la pellicola e conservarla in frigorifero.
Per il ripieno: Setacciare la ricotta e riporla in una ciotola insieme allo zucchero, al mascarpone, ai tuorli d’uovo, alla vanillina ed amalgamare il tutto. A parte montare a neve i 2 albumi . Lavare e sbucciare le pesche noci e poi tagliarle a tocchetti. Versare le pesche in una ciotola irrorandole con il succo di limone, il liquore strega e dello zucchero . Questa operazione conviene farla all’inizio della preparazione della torta perché richiede almeno 15-20 minuti di riposo. Trascorso questo tempo,  versare le pesche nel composto di ricotta insieme a 2 cucchiai di liquore usato precedentemente ed amalgamare il tutto. Aggiungere gli albumi a neve e mescolare dal basso verso l’alto, la farcia deve risultare gonfia e soda. Se gradite potete aggiungere anche dell’uvetta sultanina precedentemente ammollata in acqua calda o liquore. Riprendere la frolla dal frigorifero e stenderla creando un disco  di circa 1,5 cm di spessore. Imburrare ed infarinare uno stampo a cerniera e poi disporvi il disco di pasta frolla avendo cura di creare dei bordi alti. Versare il ripieno e livellare il tutto e poi riporre in congelatore. Con la frolla messa in congelatore bisogna creare un crumble che serva per coprire tutta la torta e per far questo possiamo usare una grattugia a fori grandi. Riprendere la torta dal congelatore e coprire tutta la superficie con il crumble e poi distribuire uniformemente 2-3 cucchiai di zucchero di canna che conferirà una particolare croccantezza e sapore al crumble . Cuocere in forno preriscaldato  a 170-180°C per circa 50 minuti. Una volta pronta , lasciar raffreddare e poi togliere dallo stampo. Servire cospargendo di zucchero a velo la superficie.
Piccolo consiglio: se la lasciate riposare anche per 1 giorno sarà ancor piu’ buona .
 Ma immagino  che sarà difficile aspettare!!!

 

Related Posts

8 responses

CONSIGLIA Ricette disegnate: Castagnaccio