Ravioli del plin con cotechino e vellutata di cime di rape.

standard 8 gennaio 2014 1 response
Bentornati! Buon anno a tutti voi che mi seguite e a tutti coloro che mi leggono per il piacere di condividere con me la stessa passione per il food. Il 2014 inizia all’insegna di una ricettina che vuol riciclare qualcosa che ci è avanzata dal fatidico cenone di fine anno. Beh a casa mia sono avanzate 4 fette di cotechino, tutti le guardavano quasi con disprezzo perchè etichettate come cibo grasso e ipercalorico, come se in questo periodo di feste fosse l’unico! Io ho pensato di trasformare questo “avanzo”,  in un piatto semplice ed originale unendo simbolicamente il Piemonte con la Puglia. Da quest’idea sono nati i miei primi ravioli del plin con un ripieno di cotechino ed una salsa vellutata di cime di rape. Da provare assolutamente…… ed anzi prendetevi un appunto perchè potrete riproporla nel cenone di fine anno prossimo. Come sempre,  se questo ripieno vi sembra un po’ eccessivo,  potete sostituiro con quello che piu’ vi piace . Vi garantisco che la nota agrumata del limone rende questo ripieno molto gradevole e  gustoso, infatti uno tira l’altro! Ecccovi la ricetta.

 
Ravioli del plin con cotechino e vellutata di cime di rape.
Ingredienti per circa 20 ravioli.
 
Per la sfoglia:
 
  • 100 g di semola di grano duro
  • 1 uovo
  • 1 pizzico di sale
  • 1 goccio di olio extravergine di oliva
Per la farcia:
 
  • 4 fette di cotechino precotto
  • Scorzetta grattugiata di limone biologico
  • 1 cucchiaio di parmigiano stagionato
  • 1 patata lessa piccola (opzionale per una farcia piu’ ricca)
  • Pepe creola ( a piacere se gradito)
Per la salsa:
 
  • 500 g di cime di rape
  • Olio extravergine di oliva
  • curcuma
 
Preparazione
Per la sfoglia bisogna impastare la semola di grano duro con l’uovo, un pizzico di sale ed un goccio di olio extravergine di oliva fino ad ottenere un impasto elastico e compatto. Una volta che l’impasto è pronto bisogna lasciarlo riposare per circa 20 minuto coperto da un canovaccio. Trascorso questo tempo,  tiriamo una sfoglia sottile o con il mattarello o con la macchina sfogliatrice tanto da ottenere delle strisce di pasta . Intanto in una ciotola amalgamare il cotechino con  il parmigiano e la scorzetta grattugiata di limone creando un composto uniforme. Distribuire  il  ripieno sotto forma di piccole palline su tutta la striscia di pasta avendo cura di distanziarle di almeno 1.5 cm l’una dall’altra. Rimboccare un lembo di pasta sull’altro , far uscire l’aria e con una rotellina tagliare per lungo la pasta in eccesso. Ricordate che per ben sigillare i bordi conviene spennellare dell’acqua per impedire che in cottura fuoriesca il ripieno. Una volta sigillata tutta la striscia di pasta bisogna pizzicare la parte vuota tra un raviolo e l’altro e poi tagliare con la rotellina. Avrete così dei ravioli pizzicati o del plin che potrete subito cuocere o conservare in frigo. Per la vellutata di cime di rape ho pulito e mondato le cime di rape, le ho scottate in abbondante acqua salata per 6-7 minuti , scolate e raffreddate in acqua e ghiaccio e poi frullate con un goccio d’acqua di cottura e del buon extravergine di oliva. Cuocere i ravioli in abbondante acqua salata per 5-6 minuti . Servire nappando ogni piatto con un mestolino di vellutata di cime di rape , disporre i ravioli e completare con un goccio di olio extravergine di oliva ed una spruzzatina di curcuma.

 

 

 

 

Related Posts

1 response

  • questi deliziosi ravioli direi che sono il massimo! se poi abbinati al
    le cime di rape della nostra terra….un piatto divino!

  • Leave a Response

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONSIGLIA Maionese vegetale