Tortine della nonna per l’AIRC.

standard 21 gennaio 2013 10 responses
Buon inizio settimana, oggi con molto piacere ripopongo una mia vecchia ricetta in occasione di un bellissimo contest che vuole catturare l’attenzione di tutti,  sull’importanza della ricerca per combattere il cancro. Come ogni anno,  il giorno 26 gennaio in tutte le piazze italiane ci sarà la vendita delle arance della salute ed il ricavato sarà utilizzato per sostenere la ricerca. L’arancia è stata scelta quale simbolo della sana alimentazione e grazie alle sue pregiatissime virtu’ ci aiuta a prevenire una serie di malattie. Ricordate sempre colore uguale salute. Percio’ aumentiamo il consumo giornaliero di frutta,  specie degli agrumi e delle verdure ne guadagneremo in salute e longevità. Io come ogni anno partecipo con il mio piccolo contributo e tu cosa fai?
Ecco il mio post.
Oggi
dolce!!! Sì… oggi voglio farvi assaggiare queste semplici tortine di
carote che preparava mia nonna la domenica. Ricordo che la domenica
mattina quando passavo da lei dopo il catechismo e la passeggiata con
gli amici,  la trovavo quasi sempre a preparare questa torta semplice ma
tanto buona che lei per la verità,  il piu’ delle volte,   preparava
nella stampo grande da pan di spagna. E la vedevi con questa ciotola in
pocellana dove con la forchetta sbatteva le uova e poi pian piano
aggiungeva tutti gli altri ingredienti per finire con l’olio
extravergine versato a filo e lì aveva bisogno sempre di una mano.Tutta
la torta veniva preparata rigorosamente a mano senza utilizzo di fruste e
frullino elettrico perchè secondo lei veniva meglio,  ed aveva ragione,
infatti la torta aveva una morbidezza ed una fragranza irripetibile.
Inoltre proprio in questo periodo invernale, usava l’olio nuovo perchè
era piu’ profumato e rendeva l’impasto ancor piu’ morbido. La differenza
poi la faceva anche la modalità di cottura , infatti utilizzava un
vecchio forno a gas dove lei ne era un’abile utilizzatrice, perchè lì
non c’era la possibilità di avere la cottura superiore e inferiore ma
bisogna all’occorrenza spegnere “sotto e accendere sopra” per avere la
doratura, fatto stà che le cotture erano migliori!!!Ogni tanto scappava
la bruciatura ma sono incidenti comuni! Poi prima di finire l’impasto
lei aggiungeva gli aromi percio il limone grattugiato e il succo e la
scorzetta di arancia “ne picch di scorz de lmon e ne picch di scorz du
marange”,  ma il piu’ delle volte si rivolgeva a me per un consiglio
dicendomi ” Ce dìì Peppì,  mettim ne picch de garoff e cannell?” erano
le spezie che preferiva ovvero i chiodi di garofano e la cannella. Ne
veniva fuori un trionfo di  aromi che invadevano tutta la casa insieme
al solito profumo di ragù di cavallo leggermente”bruciacchiato”, tipico
piatto della nostra domenica barese associato alle orecchiette fresche.
Beh tornando ad oggi, ho cercato di ripreparare questa torta  pero’ in
versione monoporzione, che dire….. a malapena son riuscito a fare le
foto perchè i bimbi se le sono divorate! Ecco qui la semplice ricetta a
prova di bimbo!

Tortine della nonna.
Ingredienti per  8-10 tortine
 
  • 300 g di farina 00
  • 300 g di carote grattugiate
  • 300 g di zucchero di canna (io l’ho ridotto a velo)
  • 100 g di olio extravergine di oliva
  • 3 uova grandi
  • 1 bustina di lievito per dolci  paneangeli
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 pizzico di sale
  • 2 arance
  • 1 pizzico di cannella
  • a piacere 50 g di mandorle tritate
 
Preparazione
 
In una ciotola capiente sgusciate le uova e montatele insieme allo zucchero fino a che non diventano spumose. Setacciate la farina ed il lievito per dolci, aggiungere un pizzico di sale e la vanillina. Lavare e raschiare le carote e poi grattugiarle molto fini e lasciarle sgocciolare. Unire un po’ per volta al primo impasto le carote  grattugiate, il succo di una arancia, la farina setacciata  e poi incorporare a filo l’olio extravergine. Lavorare con il frullino per un paio di  minuti e completare la preparazione aggiungendo la scorzetta grattugiata di una arancia ed un pizzico di cannella. Imburrare ed infarinare leggermente degli stampini di stagnola monouso e riempirli per 2/3 . Riscaldare il forno a 180°C e poi infornare gli stampini che per comodità,  conviene riporre su di una placca da forno. Cuocere per circa 15-20 minuti e fino a doratura. Vi consiglio di controllare con uno stuzzicadenti se le tortine sono ben cotte. Non fatele cuocere molto altrimenti risultano asciutte. Una volta pronte , toglierle dal forno, lasciarle raffreddare e poi sformarle. Servire le tortine di carote completando con una spruzzata di zucchero a velo vanigliato. Si accompagnano benissimo con una crema inglese tiepida o con una bella tazza di cioccolata calda con un ciuffetto di panna.
Foto: Vi proponiamo un nuovo contest! In collaborazione con AIRC. Il miglior blogger verrà premiato con una cena da Moreno Cedroni. CLICCA QUI PER LEGGERE IL REGOLAMENTO E TUTTE LE INFO: http://www.lacucinaitaliana.it/default.aspx?idPage=4136
Con questa ricetta partecipo al contest di cucina italiana ed AIRC

Related Posts

10 responses

CONSIGLIA Ricette disegnate: Castagnaccio