Risotto ai funghi cardoncelli dell’alta murgia.

standard 27 novembre 2012 10 responses
Oggi avrei voluto pubblicare una ricetta dolce,  ma onestamente ho cambiato idea per non fare brutte figure. Infatti stamattina,  quando nel mio solito giro di amici del web ho visto certe torte , mi sono sentito ridicolo specie messo a confronto con un’ amica a caso…….Valentina (  la ricetta che vale) che ha realizzato non una torta, ma un’opera d’arte ! E non solo oggi , ma in tutte le sue creazioni c’è un non so chè di speciale che le rende meravigliose. Non solo è arte, abilità, passione ma c’è anche la mano femminile che riesce a plasmare tali bontà non solo da mangiare ma anche da vedere. Ho proposto a lei di darmi delle lezioni. Scherzi a parte,  in rete ci sono fior fiori di abili mani che confezionano delle torte e non solo,  che farebbero arrossire diversi specialisti del settore. Comunque la torta per oggi ho deciso di non publicarla,  ma vi voglio lasciare la mia umile e semplice ricetta,  per realizzare uno squisito risotto con i funghi cardoncelli dell’alta murgia barese.
Questo risotto semplice puo’ diventare molto pugliese,  se osate mantecarlo con un cucchiaino di ricotta forte . Vedrete che carattere e che gusto! Ora tutti ai fornelli………..e mi raccomando nella scelta degli ingredienti, rigorosamente freschi e di qualità e se del vostro territorio,  ancora meglio.

Risotto ai funghi cardoncelli dell’alta murgia.

Ingredienti per 6 persone
  • 450 g di riso carnaroli
  • 500 g di funghi cardoncelli
  • 50 g di formaggio pecorino primo sale (oppure un cucchiaino di  ricotta forte)
  • olio extravergine di oliva
  • 1,5 lt di brodo vegetale
  • 1 cipollotto
  • 1 bustina di zafferano
  • 1 spicchio d’aglio
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • prezzemolo
  • peperoncino
  • sale q.b
Preparazione.
Spazzolare e tagliare a
tocchetti i funghi,  se molto sporchi di
terra passare un panno umido evitando di lavarli . In una padella dorare uno
spicchio d’aglio con un goccio di olio extravergine ed un pezzo di
peperoncino,  poi versare i funghi e
lasciarli cuocere per 10 minuti. In una risottiera versare un goccio d’olio
extravergine ed il cipollotto tagliato finemente e lasciar dorare a fuoco
basso. Versare il riso carnaroli e lasciar tostare per 5 minuti, sfumare con un
po’ di vino bianco e poi versare 4-5 mestoli di brodo vegetale caldo e
proseguire con la cottura. Mescolare e versare altro brodo fino a portare a
cottura il riso. Generalmente un buon carnaroli cuoce in non meno di 16-18
minuti,  percio’ dopo 10 minuti di
cottura versare nel riso i funghi trifolati avendo cura di togliere l’aglio ed
il peperoncino e proseguire nella cottura . Qualche minuto prima di togliere il
riso dal fuoco, sciogliere in poco brodo caldo lo zafferano ed amalgamarlo al risotto. Spegnere la fiamma e
mantecare il risotto con il formaggio primo sale a scaglie ed un po’ di olio
extravergine ed una manciata di prezzemolo tritato fine. Lasciar riposare
qualche minuto e poi servire il risotto che
deve essere all’onda,  percio’
non brodoso ma cremoso. Servire rigorosamente in un piatto piano, con una
spruzzata di prezzemolo e una macinata di pepe nero.

Related Posts

10 responses

  • Peppe che prelibatezza e che colori,piatto raffinatissimo!
    Vale è proprio brava lo dico sempre….ma anche tu non scherzi davvero!
    saluti Z&C

  • Peppe ma noooo, potevi pubblicare la torta, ognuno fa le cose come può', comunque questo risotto e' molto buono!!!

  • Io quei funghi non li ho mai mangiati.. ma deve essere ottimo il tuo risotto.. noi di soloito porcini e zafferano.. mi ci piace anche il pecorino!!! Buona serata

  • ciao Peppe
    eh si lo sappiamo bene noi quanto sia buono il risotto con i "nostri" funghi cardoncelli!! Soprattutto quelli veraci ormai quasi introvabili ma che so tu puoi ancora assaporare!!!
    amo molto anche la ricotta forte che compro ogni anno in un'azienda proprio di Corato!
    Ho dato uno sguardo al link che hai citato nel post:davvero encomiabile la ragazza ma…….scusa mica possiamo sempre vivere di torte sculture!!! Ci vanno bene anche quelle anonime ma buonissime delle nostre umili,casalinghe , tradizionali, cucine !!! Quindi categoricamente voglio la ricetta del tuo dolce!! ^_^
    ….a presto

  • Carissimo Peppe, mi hai fatto emozionare… io non sono nessuno, credimi… sono solo un'autodidatta con una grande passione… che si sente bene con le mani in pasta e ha tanta, tantissima strada da fare e tanto da imparare. Non potresti MAI fare brutta figura perché sei bravissimo, ci metti il cuore, la passione e le tue creazioni sono sempre raffinate e di un livello veramente alto, continua così, io faccio il tifo per te 🙂 Questo risotto è da ristorante a 5 stelle, cremoso e gustoso, complimenti! Ti ringrazio immensamente e ti abbraccio forte, adesso aspetto la ricetta del dolce! 🙂 Buona serata amico mio! 🙂

    • Vale comunque sia per me sei bravissima e le tue sono opere d'arte! La tua umiltà è una cosa rara da trovare ed è questa la cosa che piu' apprezzo di te e di alcuni altri blogger, che condividono con tutti noi la loro passione, senza arroganza e senza presunzione di bravura.ti abbraccio, peppe.

  • ciao , piacere io mi chiamo Vanna,e sono felice di essere passata da te! trovo il tuo blog molto interessante e quindi mi sono unita, se ti va di venire da me mi fa molto piacere, a presto! http://ledeliziedivanna.blogspot.it/

  • Ciao Peppe , grazie di essere passato da me. Anche il tuo blog è molto interessante con tante ricette tutte da scoprire, come questo risotto, complimenti. Mi sono unita ai tuoi followers, così non mi perderò nessuna ricetta che pubblicherai. Ciao e buona giornata.

  • Leave a Response

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONSIGLIA Pasta avocado e pomodorini